venerdì 20 aprile 2018

Una mamma alla 100km di Seregno

Buona sera a tutti!!!!!! E da un po’ di tempo che non mi faccio viva :@@@@ ma dall’ultima volta,ovvero dal giro del Monte Penna ad oggi è stato un susseguirsi di avvenimenti che solo nei sogni si possono immaginare...
Partiamo dall’inizio,che è meglio come diceva un Puffo!!! 
Monte Penna, maratona terre verdiane/sojasun,inizialmente programmata per fare un tempo ma poi utilizzata come allenamento per arrivare ad un cambio programma in corso d’opera quale la 100 km di Seregno,valida come campionato italiano di 100 km ed assicurarsi un posto ai prossimi mondiali di 100 km... 
Ebbene!!!! Questa pazza mamma,dopo averci pensato e ripensato e ripensato e ripensato,dopo un paio di telefonate che alla mia veneranda età,e soprattutto visto che non sono nessuno,mi hanno messo quel pepe addosso che serviva,o meglio quel pizzico di follia per far sì che mi cimentassi in quello che poteva rivelarsi la botta di deretano piu grossa!!!
A parte questo,che si,vi dico sono stata alcquanto pallosa,logorroica e da rompimento di pelotas.... aiutoooo come scrivo forbito :?!? Behhh vi racconto come è stata questa 100km è questo campionato italiano!!!
Dalla maratona del 25 febbraio,di gare non ne ho più fatte,ho sempre corso per lo più qui nei miei posti cercando di preparare al meglio ste gambette conciliando il tutto casa famiglia marito e lavoro...beh ci sono riuscita!!!! Ormai posso entrare al Cirque du soleil come acrobata!! Tutto calcolato al minimo dettaglio ma mancava l’iscrizione!!!! Fatta in extremis perché la paura di fallire era tanta,la pura di gare così ancora peggio.
Iscrizione fatta,albergo trovato,si arriva al sabato che mi dico nel viaggio!!! Cazzata che grande cazzata ma che grandissima cazzata!!!!!
Parto da sola in treno,e scopro che arrivavo prima in macchina con il santo Michelozzo/papi e nano tre Nicolò,ma tra tensione accumulata in questo ultimo periodo meglio che vado da sola prima di scatenare guerre mondiali o disastri orbitali..così prendo il biglietto del treno e parto!!!!
Treno quasi efficiente fino a Milano Lambrate,scendo chiedi il binario e già li personale poco carino, ringrazio con il sorriso se no sarebbe partito un vaffa grosso come tutto l’universo, arrivo al tabellone e treno cancellato :@@@@ panico!!!! Qui che si fa!!!! Biglietteria ma esiste ancora?!? 
C’è il treno dopo,prendiamo quello si ferma a seregno!!! E vai!! E vai un kaiser arriva un treno per Saronno e ferma lì..al volo corro dal capotreno chiedo e...vedo che nelle ferrovie la gentilezza o la cortesia nel rispondere è un optional,vero fanno i test d’ingresso..gentile no lavoro/ scorbutico si lavoro! Morale riesco a salire ed il viaggio della speranza ferma a seregno!!! 
Uscita sembro una deficiente,cell in mano Google street acceso,ma muto,seguo il mio pallino blu che si muove nella direzione giusta per arrivare a prendere il numero!!!! Evviva ci sono!!! Numero preso!!! Mo so cazzi!!!! 
Il super papi/IlMichelozzo mi aspetta ad un incrocio con il nano per andare in albergo, e poi la serata trascorre tranquilla più del solito!!! Un brutto presagio per me che di solito sono super agitata!! 
Suona la sveglia,colazione super veloce in camera con quel poco che avevo portato, e mi preparo per andare alla partenza!!! 
Lì si incontrano tanti amici,quali Ilaria e Daniele ed un super abbraccio alla mammina con una super carezza al suo cucciolino/a che emana una luce che solo le mamme emanano,poi l’incontro con Cristina con la quale si fa riscaldamento e che poi diventerà la campionessa italiana, l’incontro con Elena ed altre persone.. ma quello più bello e che speravo e volevo con tutta ne stessa era con la mitica Katia!!! 
Katia che ad ogni giro mi incitava,otre ad essere lì per un suo atleta,Marco aiutava anche questa pazza mamma ad ogni giro,con consigli su come alimentarmi e bere e posizioni!!! Un angelo mandato da non so chi..anzi mandato dalla iuta insieme al mio super coach!!!! 
Arrivano le ore otto e start!!!! Per fortuna che dovevo andare piano dosarmi!!!! Invece a bomba!!!! Che pagherò molto caro dal 60 km in poi:(((((( 
I primi due giri da 20 km vanno bene,fin troppo,il terzo giro,stessi passaggi,stessi posti mi fanno venire la prima crisi che mi manda in tilt,lo stomaco inizia a dare problemi, bevo e basta e non riesco ad alimentarmi ed il patatrac è lì dietro l’angolo!!!! Infatti inizio il 4 giro e finalmente lo stomaco si libera!!! Iniziano i crampi!!!!moralmente sono abbattuta!!! Da 4/5 che ero nei primi giri ad 8 nel terzo perdo posizioni col 4 giro,la voglia di mollare e tanta ma tra una parola dei volontari del percorso ed una chiacchiera si arriva alla fine ne manca solo uno!!! Mi dico tra me e me!! Finisco vada come vada!!! Tanto peggio di così!!!ma almeno arrivo in fondo!! E così anche se vedo il crono,e mi dico posso farcela sotto le 10 ore ma cavolo  la sfiga ci vedeva benissimo!!! Stomaco,crampi e poi menisco che per non compromettere i prossimi mesi mi fa camminare,ma gli ultimi 6 km si chiude la vena e o la va o la spacca!!! E dopo 10 ore e 17 minuti i 100 km di sofferenza o speranza o pazzia finiscono!!!! 
A 100 mt dall’arrivo vedo Katia che mi abbraccia ed io scoppio in lacrime per non aver mollato!!! Sono felicissima così!!! Non sono una top runner,non sono una campionessa ma con una gestione di gara pessima iniziale,dove la colpa era ed è solo mia!!! E tutte le sfighe di sto mondo la ho finita!!!!!! 
Lo dovevo!!! Lo dovevo a chi mi ha sopportato in questi mesi nella preparazione,ai miei nani Matteo Marco e soprattutto a Nicolò che mi ha riconosciuto e salutato e che ha avuto la pazienza con IlMichelozzo/ papi di aspettarmi per 10 lunghe ore!! Lo dovevo per loro..finirla per loro perché i sacrifici sono stati più i loro dei miei!!! 
Il rientro ve lo risparmio se non per una chiamata inaspettata da parte di iuta che mi cercava!!! Monica sei a premio dove sei che dobbiamo premiarti??? Io ma nooo con 10 ore vi sbagliate!!  No no sei premiata!!! Ecco coi crampi la voglia di tornare a casa,il pensiero dei miei due premi più grandi quali marito e figlio non mi hanno fatto guardare la classifica...sempre perché a me piace correre indipendente dal risultato.. e così scopro terza di categoria!!! 
Eccola la mia 100 km di Seregno!!!  Un lungo viaggio,  una gara a circuito che sapevo mi avrebbe dato del filo da torcere e si è fatta sentire!!  Ma ho scoperto una cosa che queste gare il 40% sono gambe il resto è e sarà sempre solo testa!!!! 
Il miei cuccioli!!! Mamma hai vinto? Nooooo cuccioli la mamma rimane una mamma in corsa tapasciona che si diverte!!! Mamma sei la nostra campionessa!!! E con quelle parole mi sono addormentata come un bimbo che ha giocato al parco cotto a puntino!!!
Le prossime avventure!!! Bohhhh vedremo ma sempre divertendosi!!!!!! 






giovedì 25 gennaio 2018

Mamma in corsa IlMichelozzo ed il Winter trail del Borgo

Buonaseraaaa!!! Rieccomi,o meglio rieccoci,pronti a raccontare una nuova avventura fatta di passione,condivisione ebbene sì,parola nuova nel mio misero vocabolario,e AMICIZIA di quella vera pura quella che si assaporava da bambini!!!! Chi meglio di una mamma ed un papà,o meglio ancora di tante mamme e tanti papà non vedono nel crescere questi figli che,come chiamo io NANI,ci insegnano ogni giorno. 
Dopo questa premessa,potete pure prenotare una seduta dal vostro dentista di fiducia perché il miele,la melassa (nel qual caso fosse dolce, so ignorante in materia) o addirittura fare la prova della glicemia perché potrei essere anche pangonevole... seconda premessa.. aiutooooo devo arrivare al dunque!!!
Domenica 21 gennaio!!!  Ore 10 start!!!!
No facciamo ore 8.30 davanti all’hotel Firenze!!!
Meglio... ancora meglio il giorno prima..mentre IlMichelozzo aiuta la sua squadra,i nostri amici a segnare,in modo scrupoloso ed attento ogni cm di percorso,pulito tutto all’ennesima potenza..ed il guado finale!!!! Che dire una doccia per i piedi strepitosa!!! Adoro,concedetemi il termine,pocciare i piedi nell’acqua dei guadi..anche se io a sto giro ho usato il passaggio naturale dei sassi!! E...rullo di tamburi...non sono volata!!!!!:)))) 
Comunque per tornare a noi,dopo aver sistemato come sempre i nani,ed essere arrivati in quel di Borgotaro,aver tenuto varie conferenze stampa degne di qualsiasi testata giornalistica,ci si è recati alla partenza,ed anche li sempre perché sono una persona che non chiacchiera,non mi rendo conto che si doveva partire...per fortuna mi sono detta o meglio ci siamo detti che si faceva insieme..ma dopo 200mt il mio embolo da stradista è partito,e dopo due pestate di caviglie ho accelerato che a momenti muoio!!! Alla prima salita poi,lo ho aspettato perché ogni promessa va mantenuta,e se ho detto insieme si fa insieme... infatti così è stato...anche se in certi punti ero più veloce io mentre in discesa non c’è paragone..il papi mi batte 100000 a 0!!!! Ma chissenefrega io mi sono divertita in tutti e questi 21km!!! Dove ad ogni incrocio e ad ogni ristoro trovavamo amici!!!! E ripartire diventava difficile perché se ti diverti e stai bene alla gara,al tempo ed al crono non pensi!!!
Fatto sta che alla fine ci siamo arrivati..
Oltre alla gara,al percorso che come sempre è di quelli tosti,vuoi la giornata meravigliosa,e per essere gennaio,calda..ho potuto assaporare i valori che vi dicevo in partenza!!
La condivisione,con IlMichelozzo di tutta la gara perché non c’è cosa più bella che fare le cose insieme!!!
L’AMICIZIA,che si è instaurata in questi anni con Fabio Alberto Romano Christian Lara,prova che la distanza in km non conta.. poi Lele Ciccio Rizzo Giovanna Samantha Silvia Luca Rossana,e addirittura una super sorpresa Susana Lopez Fernandez che se non mi chiamava lei,da super talpa,mai e poi mai l’avrei riconosciuta!!!! 
Il terzo tempo è stato super spettacolare!!! Coi ragazzi del 3t Valtaro non può essere diversamente!!! 
Una menzione speciale va però al servizio di babysitter, quest’anno,come lo scorso anno i bimbi sono stati coccolati in tutto e per tutto e forse,ma ne sono più che sicura si sono divertiti più di mamma e papà :)))) il prossimo anno i bimbi corrono ed io sto con la babysitter!!!! 
A parte questa considerazione...che devo dire!!! Questo trail è il top!!! Grazieeee ragazzi grazie IlMichelozzo grazie Nano Matteo nano Marco e nano Nicolò per sopportare questa pazza mamma!!!!



giovedì 4 gennaio 2018

Mamma in corsa e IlMichelozzo e il monte Penna

Buonaseraaa!!!! Rieccomi dopo la mia ultima gara,fatta esclusivamente da sola..a raccontarvi di una avventura,condivisa con chi mi supporta sempre in tutto e chi fa i veri sacrifici per questa super pazza mamma!!!
Partiamo dall’inizio,o meglio dalla vigilia di Natale,quando ci siamo recati io e Michele,alias IlMichelozzo,a Borgotaro per gli auguri di Natale ai nostri amici del gruppo 3t,Romano Alberto Fabio Cristian e Lele,e fin qui mi chiederete cosa c’entra.. 
Ragazzi c’entra e come,nel recarci alla macchina,Michele mi chiede vorrei andare a salutare i ragazzi del rifugio Penna ti va? Siii andiamo dico 
Perfetto andiamo su,un caffè tre chiacchiere e poi via verso casa alla cena della vigilia con i nonni e bimbi.
Tempo qualche giorno,mi arriva un messaggio con una planimetria,una traccia e scritto studia!!! Un po’ perplessa mi dico tra me e me,questo scherza, sa che ho paura..gli chiedo allora cosa devo fare.. lui in modo molto serio,studia dobbiamo andare a provarlo,tranquilla strada chiusa perché c’è neve battuta e poi strada inghiata/sentiero larghissimo o carraia chiamatelo come volete comunque autostrade rispetto alle tue fobie.. acceto la sfida ma non so ancora quando!!!
Il quando arriva dopo due giorni..infatti dopo i vari preparativi ed i bimbi dai nonni,si va..si parte!!!!
Non chiedetemi strade o come ci si arriva perché a parte sapere che si arriva a Borgotaro e si passa per Pontestrambo non so..
Il mio navigatore incorporato è un po’ sfallato :@@@
Beh arrivati al rifugio,il tempo di un caffè chiedere info sulla strada meglio pista da sci di fondo in inverno,si infilano i ramponcini e si corre!!! 
Beh uno spettacolo così già appena partita non me lo aspettavo, pista battuta benissimo,giornata di sole meravigliosa,silenzio assoluto solo il rumore dei nostri passi e i nostri respiri..il mio molto affannoso.. ho fatto davvero molta fatica,gesto atletico davvero imbarazzante, una balena arenata in spiaggia era meglio di me...ma vuoi mettere il divertimento!!! Niente crono,niente andature solo correre!!!! Mi sono sentita benissimo.. intanto che si macinano un po’ di km arriviamo ad un bivio e noi proseguiamo verso il Rifugio dei tre Faggi,un rifugio tutto nuovo dove si può fare una sosta per qualcosa di caldo, ci fermiamo per immortalare questi momenti unici,e poi si riparte in direzione Rifugio Casermette!!! Nel raggiungere questo rifugio,questa mamma pazza ha rallentato parecchio Michele,IlMichelozzo,e lui con tantissima e santissima pazienza mi ha aspettato e nonostante un piccolo intoppo,sempre perché non sto dove è logico stare,ovvero la strada..arriviamo alle foci del fiume Taro.  Non riesco a pronunciare Michele/IlMichelozzo,mi viene super papi!!! Abbiate pazienza,e anche tu super papi porta pazienza... beh torniamo a noi.. 
il super papi mi dice...mettiti li..che vuoi fare..mettiti li devo fare una foto!!! Ma a chi??? Lui al primo che passa...ma secondo te a chi devo fare la foto a te!!!!
Sono de coccio lo so!!!
Beh dopo foto,video e varie ed eventuali che avete visto o vedrete prossimamente..arriviamo al rifugio Casermette!!!! Finalmente sosta per una birretta di 10 minuti,e poi ci si rimette di corsa verso passo del chiodo e il punto di partenza...Rifugio monte Penna!!!
Mi sono meravigliata di me e di noi...più di me stessa perché del super papi ho certezze.... non credevo che in questi 18 km di percorso,dove incontri ragazzi con ciaspole,una coppia coi propri figli a ciaspolare,e due sciatori riuscissi a trovare la pace dei sensi!!!!
Nessun cell,nessuna preoccupazione,niente di niente....behhh un allenamento nell’allenamento come lo voglio definire io... 
Arrivati dopo questi 18 km,la fame è tanta ed il rifugio Casermette con i suoi gestori sono pronti ad accoglierci con un buon piatto di salumi e formaggi,un buon bicchiere di vino e la super crostata fatta in casa... rifocillati,scambiamo quattro chiacchiere con loro,e devo dire che ho trovato o meglio abbiamo trovato persone meravigliose,ospitali e molto alla mano,le persone genuine come un tempo..infatti qui il tempo si ferma..so che mi ripeto ma questo giro,fatto di corsa di condivisione di una passione che ci accomuna e ci ha fatto conoscere più di 10 anni fa,ci ha unito ancora di più e mi ha fatto capire che basta poco per essere felici!!!!
Questo giro..so ho già rotto fin troppo... mi ha dato tantissimo e vedrete nel corso di questo anno ci saranno altri giri e altre cose fatte insieme!!!!
Grazie super papi!!! Grazie Michele Pini/IlMichelozzo grazie per la pazienza e per tutto e per la meravigliosa giornata alternativa al solito allenamento!!! Detto tra noi le gambe erano ko ed il papi ha battuto mamy!!! 




mercoledì 22 novembre 2017

Una mamma al L’ultrakmarathon

Buonasera!!!! Rieccoci.... chiedetemi se sono felice!!!!!
Siiiiiii non potrei non esserlo...dopo tanti sacrifici dei miei ometti e del mio uomo grande,nonché super papi Michele, ci sono riuscita!!!! Questa volta ho vinto io sulla gara che per me risulta sempre una bella e grande incognita!!!! 
Partiamo dall’inizio allora... behhh inizio..partiamo dal venerdì 17 che preannuncia il tutto...l’arrivo di una notizia più che stupenda...non chiedetemi di più.. un po’ come a scuola un bellissimo 8 preso proprio di venerdì 17 senza studiare... il sabato,giorno in cui si dovrebbe fare il minimo sindacale invece hai le gambe che stanno bene,il meteo è a tuo favore e che fai..beh allungato un pochino,sempre super soft.. il ritiro dei pettorali al pomeriggio, la pizza della sera,la chiamata del tuo Prof che ti incoraggia,ti supporta e ti fa sentire sicura del lavoro svolto..intanto tu però ti caghi letteralmente addosso perché la paura di fallire e deludere chi ti sta accanto e chi ti ha aiutato in questi mesi e tanta..
Già in settimana ero meglio della centrale elettrica di Enel,come si vuole dire produzione di corrente elettrica continua o alternata,come preferite a km 0..a basso consumo ed economica... 
beh passa anche il sabato,aspetta non è finito,manca la preparazione vestiti...lungo,corto, maglietta così maglietta cosà,manicotti si manicotti no,marsupio o zainetto insomma, l’alta moda a Milano mi fa un baffo..come ho preparato inizia la sveglia..a che ora quando e come...
Alle 5 suona,si fa colazione ci si prepara ed essendo super super presto si ritorna sotto le coperte al caldo,non si sa mai!! La vera sveglia poi la ho sentita,anche perché correndo entrambi a sto giro,i nani andavano collocati dalla nonna purtroppo..
.....adrenalina a 1000,piazza Berzieri,tanti atleti,chi infreddolito,chi appena tornato dal riscaldamento,chi coperto alla bene e meglio,incontro Elena,con la quale condividerò la gioia finale,Luca della Poli,del prof..poi come una bellissima sorpresa e regalo più grande..Federica Davoli,con Luigi..li la lacrima ci sta..senza di loro la mia prima 100 non l’avrei finita...
Ritrovarla dopo un anno è stato super super super... 
Alla partenza si saluta pure la mitica mamma gigantessa del tor Michela..e poi è ora di partire... io ho perso il super papi :((( riesco a raggiungerlo pochi minuti prima dello sparo gli chiedo se posso andare a lui mi lascia andare..tanto tra me e me dico mi raggiunge!!!
Partita..le gambe girano bene, le strade sono le mie strade,le conosco tutte strabene,ormai mancano i nomi ai marciapiedi,tombini e poi siamo un tutt’uno..
La prima salitella è andata così come la discesa..lungo tratto che non riesco a definire piattume ma si recupera,per poi risalire e li primo ristoro,ho davanti Elena che stacco..tanto mi riprende da lì a poco,mi ripeto,intanto ho davanti una ragazza con la maglia color salmone,la osservo e dico perché non andargli dietro,ti potrebbe fare il passo..ci provo gli arrivo vicino poi lei mi allunga..solo alla fine capisco chi è.. 
Francesca Canepa..una top runner e top trailer,colei che ha vinto di ogni,colei che ha indossato i colori della nazionale di ultra..mi sono data della pazza per non dire che stupida stare dietro lei..io che sono una semplice mamma,e non sono nessuno se non la campionessa per i miei tre nani..
Arriviamo a Vigoleno,Francesca mi sparisce,ha un motorino nelle gambe,va benissimo così,lago sempre come riferimento davanti,sarà un po’ la mia passista da lontano..e ci è riuscita benissimo...
Si arriva a metà percorso..e qui inizia il bello!!!
Salita!!!!! 5 lungi interminabili e..posso dire di aver visto tutta la Santa famiglia con gli angeli arcangeli del paradiso e San Pietro sulla porta...qui incontro Anna con il suo compagno(chiedo scusa ma da perfetta sindrome di Halzeimer non ricordo il nome)i ragazzi del +quota credo aver riconosciuto Omar e la moglie Valentina,ragazzi ero ancora lucida!!! Evviva!!!
Salita interminabile,mi viene detto sei terza..in realtà quarta...la prima l’abbiamo persa un po’ tutti...sapevamo di Shon davanti con Francesca... arriva la discesa gambe imballate!!!! Aiutoooo mo come cavolo faccio!!!! 
Stringo i denti e cerco di spingere di più!!! 
Non vi ho detto..la mega salitona che di solito cammino la ho corsa tutta!!!! :@@@@@ 
Il bello arriva adesso..sali scendi e bivio!!!  O salire e finire la gara o piano verso casa e ciao ciao ultrak!!!
Ecco che se bisogna tirare fuori i contro.... arrivo io!!!!  Denti stretti l’ennesimo grazie ai volontari che ci hanno assistito e offerto acqua e quant’altro ai ristori e si sale..tanti strappetti che purtroppo corricchio o cammino,e mi raggiunge Elena...va benissimo!!!! Sono stra felice cosiiii mai problemi tutto alla grande...
Ultimo ristoro....ancora 4 lkm mi dicono...ma nessuno può immaginare come possono sembrare 20 gli ultimi 4 km..vuoi la complicità del sole,del paesaggio si fanno non in scioltezza ma si fanno...
Un ragazzo di Milano mi dice che ha i crampi,e non Sa..beh gli dico manca poco..andiamo insieme..sdrammatizzo dicendogli che per un bel po corro dalla mia mamma a Busseto,dove la massima pendenza e la fuga del comune...e così si arriva dietro al comune..mi dice vai a prenderti il tuo momento..nooo insieme si arriva insieme e così è stato... finishhhhh e quinta siiii quinta assoluta!!! Mi chiedono della sesta dove è?? Beh eccola è quella la sesta!!! Gli dico..ed annunciano Lorena Brusamento!!! Colei che ha vinto la 100 di Asolo ed ha fatto tantissime ultra super importanti!!
Eccola la mia Ultrak marathon... un 5 posto assoluto inaspettato,una mia grande vittoria e conquista che senza i miei bimbi ed il super papi Michele non sarei mai riuscita a realizzare...
La parte più bella di tutto però è stata la sera con la medaglia ed il mio piccolo coach che girava per casa!! Mamma vinto mamma vinto..ebbene sì ho vinto la mia sfida!!!! Ho combattuto il mio tallone d’achille ed alla grande per voi miei grandi amori!!! Grazie anche a il Michelozzo per lo stupendo video!!!!



Questa vittoria è tutta per loro e per un amico che per il momento non può correre!!! In attesa che possa ricominciare con cose più soft!!!







mercoledì 1 novembre 2017

Mamma al Casto trail

Buonasera!!!!Rieccomi,non mi sono dimenticata ne tantomeno persa nel mio adorato bitume di allenamento,ma... eccolo un bel ma....
Dopo tantissimi e dico tantissimi mesi,con allenamenti sulle gambe per fare strada,dopo ever fatto un campionato di master di mezza maratona,e nel bel mezzo della pseudo preparazione di una Ultramarathon,decido di iscrivermi ad un trail!!! E quale trail,il mitico Monte Casto trail. Questo è per antonomasia,la festa del trail,un po’ come il nostro ultimo giorno di scuola,dove si festeggia per la splendida annata di gare,in questo caso fatte,portate più o meno a termine e dove tutti si conoscono o imparano a conoscersi,e condividono insieme il più bel terzo tempo che ci possa essere. Dopo questo lungo papietto,voi vi chiederete ma tu a sto Monte Casto cosa hai fatto?che tempi e via via 
Beh tempi,ahimè non ce ne sono... ebbene si avete letto bene..tempo no pervenuto..ero out!!!! Questo Monte Casto lo ho toppato!!! Ci sta ma sono felicissima così..ho fatto un viaggio.
Tutto comincia con il piazzamento dei tre nani il sabato,due da una nonna ed il più piccolo da un’altra perché tre insieme potrebbero causare disastri di entità indescrivibile conoscendoli,e dopo aver preparato tutto il necessario si va a dormire consapevoli della sveglia e del cambio orario..si parte prestissimo,si ritirano i pettorali si scambiano due chiacchiere in Mau super teso e super preso,è lui la mente il pilastro portante di questo trail e poi si parla  con tanti amici,si rivede Marco,ragazzo di Milano con la quale due anni fa si è fatto questo viaggio,ritrovo Ilaria dopo tanto tempo e conosco Daniele,c’è Nicola,la super campionessa Lisa,Monica e Cristiano della corriera veneta...poi da lì a li si parte. Con l’alba i colori del bosco e delle foglie autunnali appaiono magnifici,non si fa neanche fatica,il fondo asciutto per non dire secco fa si che sto disastro di mamma trailer per un giorno corra bene fino al ristoro Abusivo di Aldo,dove li mi fermo per un bel po,vuoi che stanno partendo crampi o vuoi che mi sento il bicipite femorale con bandiera bianca rallento, ma ahimè non credevoessere stata ferma così tanto mi raggiungono le ramazze e mi dico per una volta chissenefrega del crono e di tutto lo faccio insieme a loro,chiedo se posso e loro super gentili mi accontentano..mi sembro una bimba che ha ottenuto il si per farsi regalare la Barbie nuova.. piano piano ci avviciniamo al mio posto preferito..il villaggio degli elfi in Val sessera,tre o quattro malghe in mezzo la nulla.solo Monti..la pace la tranquillità il relax che la vita quotiamo non ti da,starei lì per ore ma non si può siamo già in super super super ritardo.. si cerca di recuperare ma purtroppo non riesco a continuare ho paura di farmi male muscolarmente,penso al mese di allenamento per l’ultrak e mi fermo, in più non so il perché ma tutti i sassi,radici o cavoli vari incontrano le mie dita..la prossima volta uso le scarpe antinfortunistiche,ho massacrato le dita...con rammarico mi fermo,a 7 km dalla fine mi fermo..mia decisione più saggia..Di tutto ciò non sono né triste né delusa,mi ha insegnato tante cose e per me questo è stato un bellissimo viaggio,condiviso con tre top trailer(spero sia scritto giusto)quali Ivano Tommasetti,Roberto Fluido Beretta e Roberto Negri,le tre scope o come erano quest’anno le tre brazilian life+guard,tre persone davvero speciali e che ho potuto conoscere meglio grazie a quei km condivisi dal Mitico ristoro Abusivo di Aldo,perché non c’è Casto senza ristoro Abusivo,Paolo il papà del mitico Tronco legnoso...e Michelozzo.. Questo Casto lo ricorderò per molto tempo e rimarrà impresso per le persone eccezionali,umili e semplici che ho conosciuto e che per me sarebbero state irraggiungibili.. eccolo il mio Monte Casto!!! 
Non chiedetemi di casa perché credevo che fossero stati duri da fare 38km con semicontrattura invece noooo!!!! Gestire il piccolo coach Nicolò è stato peggio!!!! Se mi chiedete perché corro...vi rispondo mi alleno per i figli!!!!




sabato 23 settembre 2017

Mamma in corsa e Monica Testa

Biongiornoooooo!!! Oggi sono qui non a descrivervi come sempre le mie corse,i miei allenamenti e quant’altro.. ma bensì per spiegare chi sono Mamma in corsa e Monica Testa!!!
Mamma in corsa è Monica,mamma,moglie,donna,donna lavoratrice e soprattutto è una persona, con sentimenti,con una sua personalità,con le sue fragilità ed i suoi momenti di pazzia... Ma sempre e per sempre un essere umano che vuole vivere questo suo viaggio chiamato vita al massimo ed al meglio!!! 
Ecco,in questi giorni,Monica,in quanto persona presente su una piattaforma come Facebook,si è trovata in un polverone mediatico solo per aver commentato un post.. 
Non mi nascondo sotto la sabbia,anche se non ho fatto nomi cognomi e codici fiscali vari,ho parlato di una persona..ho sbagliato e questa è riuscita a fare ciò che due persone adulte e mature non dovrebbero fare,pubblicare ciò che era scritto con foto e tanto di post,scatenando così una serie di complimenti non molto carini con sei una m...... sei una spiona sei...sei ..sei .... 
Ok!!! Ci sta tutto.. ma la persona Monica,io che sto scrivendo,mai e poi mai avrebbe reso pubblica sta cosa avrebbe contattato e risolto la cosa in via privata... ma come si sa ogni testa è un piccolo mondo,e ciò che va bene a noi non va bene per gli altri.
Ecco vi ho descritto il motivo per la quale sto cercando di farvi capire chi è Monica e Mamma in corsa...
Monica,che si è rialzata mille volte dagli schiaffi che la vita le ha dato,ha sempre affrontato tutto col sorriso o quasi.. è passata dai disturbi alimentari che l’hanno portata a pesare 35 kg a 16 anni ad un mobbing lavorativo durato circa due anni,mai denunciato,perché non si è mai voluto rovinare famiglie,in periodo di crisi economica ogni spicciolo e prezioso perciò si è subito,si hanno avuto conseguenze fisiche che hanno fatto si che una gravidanza non andasse oltre la 9 settimana... non voglio impietosire nessuno ma voglio dire che non sono quella persona di m.....e stronza che mi è stato appioppato nei giorni precedenti..
Monica si fa forza si rialza sempre..nonostante la terza gravidanza perfetta,parto perfetto,ed un figlio che può toccare e abbracciare dopo 5 giorni,perché a poche ora di vita deve essere trasferito in terapia intensiva.. è sempre Monica,in pieno panico deve cercare di stare su per far sì che il suo terzo cucciolo superi questi giorni,ma il guerriero aiuta la mamma a non crollare come è normale che sia..
Monica supera anche l’ennesimo schiaffo,una diagnosi di ipoacusia del terzo figlio,il coach come lo chiama Mamma in corsa, va avanti senza abbattersi col sorriso sulle labbra e con un solo motto un passo alla volta,un piede avanti l’altro...
Decide così di aprire il suo blog,la sua pagina e di unire la sua passione per la corsa con l’essere mamma di tre bambini, moglie e donna lavoratrice..
Mamma in corsa è l’alterego di Monica,mente Monica è timida chiusa in se stessa e fragile,mamma in corsa è una leonessa..una che prova a cimentarsi in cose più grandi di lei,che tira fuori gli attributi quando serve e che piuttosto di mollare striscia,e sa che deve arrivare alla meta sempre!!!!
Ecco.. a chi ha descritto Monica,e nello stesso tempo Mamma in corsa,come persona di m.... dico solo grazie...grazie per avermi fatto fare il punto della mia vita in questi quasi 37 anni.. ed ho dedotto che ho vissuto intensamente,non cambierei nulla perché ciò che ero ciò che sono diventata e ciò che sarò in futuro sarà sempre per scelte fatte,percorsi di questo che io chiamo meraviglioso viaggio che è la vita...vi ringrazio dei nomignoli dispregiativi che mi avete dato...perché mi danno la forza di andare a testa alta sempre perché cio che sono adesso è frutto di un perscorso tortuoso lungo e difficile..un po’ come la mia gara preferita!!!!
Alla fine a me basta guardare ciò che ho fatto..tre bimbi meravigliosi,tre pesti ma tre gioielli,un marito che è più di un marito,un compagno di viaggio un supporter ed una spalla su cui piangere in momenti di sconforto..
Ecco queste sono monica e mamma in corsa!!!!
Due nomi per un’unica persona che sarà sempre fiera di ciò che è!!!! 
Adesso avanti con altri obbiettivi di corsa perché chi si ferma è perduto!!! 



martedì 18 luglio 2017

Il ritorno di mamma ad Asolo 100km

Buonaseraaaa,non sono desaparecida...tra una mortazza,i figli e marito e pure qualche corsa perché no..non sono riuscita a scrivere quanto volevo e come volevo...senza tante storie...COLLASSAVO ANCHE IO TRA LE BRACCIA DI MORFEO..non sono purtroppo bionica :(((
Beh dato che è un po' che non ci si sente..con la fine delle scuole,siamo stati tutti in vacanza..la giusta dose di ricarica,più che ricarica nostra dei figli :))) ma va bene così,almeno mi sono rigenereata...ma quando mai... per la gara dell'anno!!!! La mia unica e sola 100km,dove una volta fatta non se ne può più fare a meno..vuoi la storia,vuoi il paesaggio,vuoi tantissime cose...una volta che ci provi non l'abbandoni più...
Corsa per la prima volta lo scorso anno,dove mi ero ripromessa mai piuuuu... salite infinite con pendenze improponibili...beh lo scorso anno era un fiore rispetto a.... Mo vi spiego tutto!!!
Come sempre,dopo tre giorni dalla conclusione di una gara dura e dove mi riprometto mai più...mi dico prossimo anno ci si va..inizi con sentire amici con la quale hai fatto buona parte del viaggio,loro ci sono...si va..si deve endate...perché la 100km di Asolo ti entra dentro..a metà percorso..ci lasci un pezzetto di cuore,e l'anno dopo vuoi tornare per vedere se è ancora la...
Quest'anno sono tornata!!!! Con mille paure,mille tensioni in più..con la paura di deludere e deludermi..con la paura del ritiro o di non riuscire ad arrivare..insomma tantissime paranoie...perché con il caldo torrido,sotto il sole di orari improponibili con temperature intorno a non so quanti gradi,anche stanca dal lavoro...boh avevo sensazione di aver sbagliato qualche cosa...forse?!? Meglio dire..so a cosa vado incontro,e so cosa devo affrontare,io psicologicamente mi " devasto" concedetemi il termine...Insomma i giorni che precedono la gara sono un po' deleteri per chi mi deve sopportare a casa..ho pensato seriamente che una volta uscita per il lavoro,cambiassero la serratura...questo per farvi capire lo sclero a cui ero arrivata!!! Non è il classico periodo di una donna...anzi questo è sclero purooo
Ritornando a noi...il mitico papi,quest'anno chiede all'ometto di casa se vuole venire a seguire la pazza... in un primo momento si,poi no ma c'è da dormire in macchina,la mamma ci mette molto,mi annoio..beh morale della favola..non so come si è convinto..forse gli è bastato il gelato o la super cena ila rifugio bassano per convincerlo? :)?
Forse si... così decide di venire..partenza sabato mattina..arrivo al ritiro pettorali.si mangia insieme un panino..e poi io entro in fase corrente elettrica,no meglio centrale elettrica con tanto di quadri,cavi e tralicci... saluto i miei compagni di viaggio che poi ritrovo alla partenza..prendo il bus che porta in centro ad Asolo e li ritrovo il papi e l'ometto...silenzio assoluto noi tre..sembriamo a non so quale funerale... ma la tensione sale..per me..cerco amici ma non ne vedo..boh forse non sono venuti..beh io faccio la mia gara..anche in ginocchio anche in 20 ore la faccio..
Ore 14!!! GOOOOOO 
gambe buone,ottima sensazione...si corre e si spinge su sti piedini da ex ballerina o meglio ci provavo,sfatti... si supera un po' di atleti..rischio tamponamenti da constatazione amichevole che se mi chiedono i danni devo stare a vita a fare mortadella...xo riesco a dribblare tutti..unico pensiero..arrivare prima possibile...meglio cercare di non prendere il terzo diluvio universale..dato le nuvole scure in cima ai vari monti...e non avevo voglia di affogare il cell per la seconda volta..allora mi dico vai veloce che lo schivi...
Dopo 5 km..incrocio il papi mi salutano..ed al secondo ristoro mi dice vai piano vai pia vai piano sei prima...
Io...ma va la ci sono almeno altre donne davanti a me...secondo te..ed io continuò imperterrita al mio passo..mi confermano ai vari ristori la mia posizione...che riesco a mantenere forse fino al 30/40 km..poi iniziò a perdere posizioni...in quel preciso momento non mi importa..voglio finirla..arrivare in cima al Monte Grappa col chiaro.. 
Col chiaro ci arrivò..per fortuna ma è stata dura davvero...più dello scorso anno..la via degli Alpini,una vecchia mulattiera,se fatta in macchina ti conviene dire un rosario o due,perché se tu sali e trovi uno scendere non sai cosa fare..ma a piedi...a piedi a distanza di giorni ho il piccolo,medio e grande gluteo che chiedono pietà!!!! Operazione rassoda ciappette fatto evvai!!!
Però a parte la durezza perché non molla un attimo rispetto alla carpetta dello scorso anno,mi è piaciuta..bellissime entrambe..
Questa salita la ho fatta quasi tutta camminando,in don dei conti si devo purgare o espiare anche io..ma non credo di aver commesso ancora nulla di così grave da meritare una tale " punizione" perciò la cammino..la faccio al mio ritmo..
Arrivata in cima!!!! Anche se li per li non arrivavo più...emozioni forti...cammino dentro il sacrario/ossario..in silenzio con tanto rispetto a chi ha combattuto li..esco sempre camminando..arrivo al 50km...i miei supporter non ci sono..li aspetto..mi cambio..frontale e via giù di corsa per 25 km...ad un ristoro mi diconsei quinta vai vai vai..hai le altre a 3 minuti e 6 minuti..le puoi prendere...
Si con circa 70 km nelle gambe mi metto a rincorrere la gloria mi ripeto...come no..vado al mio ritmo sempre sostenuto.. con l'obbiettivo di arrivare il prima possibile per fare finire il calvario al mio ometto..perché so che si sta annoiando da morire...penso ogni 5 km...e track 
Il tombino dell'80km...mi sfrega un po' un ginocchio..lo lavo con acqua e noooo ca@@@@ rigagnolo rosso..ho il ginocchio aperto mi dico..niente corri mamma corri più forte che puoi..al 90km stomaco!!!! Ca@@@ mangio un pezzo di cerchers e dopo 200mt è qui la festa!!!!
Beh se non ci fossero stati questi due i ceppi potevo sperare in un quinto posto..ma anche il sesto assoluto va strabene!!! Per una perfetta sconosciuta e soprattutto per una che fa un po' a sentimento e sbagliando pure non mi posso lamentare!!!
Ora a distanza di due giorni..dopo il gongolamento..perché ogni tanto l'auto stima ci vuole e mi sono detta brava mamy!!! Non posso che ringraziare la pazienza,i sacrifici fatti dalla mia famiglia dai miei figli e soprattutto dal santo uomo di super papi..che ha fatto sì che questa pazza mamma finisse la sua Asolo 100km in 11 ore e 20 circa!!!! 
Il mio ometto...a distanza di giorni mamma sei forte..andavi come un missile...non riuscivano a starti dietro..adesso però la cena fuori me la fai fare?:))) 
Certo tato..tutte quelle che vuoi...
Sarò ripetitiva..ma questo sesto assoluto è tutto della mia famiglia!!! 11 ore e 20 tutte per loro!!!!  
Sono una mamma fortunata ed una moglie strafortunata!!!! 
Ora,segnatevi la data perché non si ripeterà mai più :))))